Toscanalab 2k10 “Internet Better Life”: come internet e il web 2.0 contribuiscono a migliorare la vita degli individui

Fondazione Sistema Toscana torna con la seconda edizione dell’evento verticale dedicato al web, ai social media e al mondo della comunicazione digitale.

Il tema della seconda edizione è “Internet Better Life”: come internet e il web 2.0 contribuiscono a migliorare la vita degli individui, veicolando in modo diverso e più ricco la conoscenza, modificando le relazioni tra le persone e trasformando di fatto l’azione sociale, con un approccio allargato e partecipativo.
Il format di ToscanaLab si sviluppa anche quest’anno in due giornate:
Primo giorno in sessione plenaria, con un approccio “corporate” ai temi, declinati anche secondo modalità istituzionali e attraverso la presentazione di modelli e best practices relative al tema generale “Internet better life”.
Ogni relatore avrà prima uno spazio all’interno del palinsesto e successivamente potrà continuare la propria conversazione, in un luogo dedicato, in una formula “face to face” con le persone interessate che si saranno precedentemente iscritte: whisper talk a cura di Carlo Infante, managing director Urban Experience
Tra un panel e l’altro, immersi nel ritmo serrato ed astratti dal rumore di fondo, si svolgeranno degli incontri ravvicinati con i protagonisti del Toscanalab. Conversazioni discrete, quasi sussurate, dei “whisper talk” da seguire esclusivamente attraverso una cuffia audio, sorseggiando qualcosa.

Il secondo giorno: durante la mattinata ci saranno workshop sul tema Internet Better Life declinati su specifici focus (impresa, sostenibilità, turismo, comunicazione e marketing e altri in via di definizione) e il pomeriggio sarà dedicato agli ignite, in cui ogni partecipante avrà a disposizione 5 minuti e 20 slide temporizzate per raccontare la propria esperienza di come Internet ha migliorato la sua vita.

A conclusione dei lavori, la volontà è quella di elaborare un manifesto “Internet Better Life in Toscana” per iniziare la costruzione di un percorso nel quale la Toscana vada ad occupare un posto di rilievo di osservatorio e laboratorio sulla comunicazione digitale.

L’evento si svolgerà in una location di eccezione, la Gipsoteca dell’Istituto d’arte di Porta Romana, luogo significativo della memoria, con le riproduzioni in gesso delle più famose statue della storia artistica italiana e che può ospitare una platea di 300 partecipanti.

Commenti

Post più popolari