Bioc@fè: pub solidale alternativo promosso da Free Tuscany

Sabato 5 dicembre a Lucignano (Arezzo) sarà aperto un nuovo locale alternativo promosso dall’Associazione sociale Free Tuscany con lo scopo di promuovere prodotti sostenibili e spingere una nuova filosofia di vita in cui lo svago acquista una più moderna accezione culturale.

L'associazione che da anni mira ad educare sul tema della sostenibilità, questa
volta ci propone un’innovazione sostenibile del tutto fuori dai canoni puntando sull'idea di locale come luogo di svago e divertimento.
Il Bioc@fè, questo il nome del pub solidale, distribuirà tessere socio gratuite che permetteranno agli utenti di bere e mangiare (l'aperitivo sarà il momento culminante) in perfetto stile sostenibile. Inoltre, sarà possibile acquistare i prodotti esposti e partecipare, ed è questa la vera innovazione, agli acquisti collettivi settimanali, risparmiando attraverso la spesa solidale.

Il nuovissimo Bioc@fè sarà provvisto di un internet-social network point a disposizone dei clienti-soci tramite wireless permettendo un’apertura mentale anche interattiva verso questo tema tanto attuale.
Il presidente Fabrizio Pierini ha così commentato l’iniziativa: “siamo partiti aprendo un tavolo di lavoro, secondo i principi descritti nella carta d’intenti del Distretto di Economia Solidale, elaborando il percorso di progetto. Il nostro punto di partenza per lo sviluppo dell’idea è stata la persona, punto di forza del benessere e di un nuovissimo Bio Style.
L’innovazione di Biocafè è il nuovo ruolo dell’utente che diviene protagonista attivo della nostra community.

Il nostro impegno dovrà essere quello di promuovere ed offrire nel locale, anche tramite gli acquisti collettivi, prodotti di qualità, riconosciuti eccellenti che contribuiscano ad un’alimentazione sana perchè realizzati nel rispetto delle regole e certificati. Nostro ultimo intento, ma non meno importante, sarà quello di proporre un luogo di svago diverso, per passare momenti piacevoli all’insegna del sostenibile.”

Commenti

  1. La cosa che mi piace davvero,  e che spero funzioni, è la spesa solidale. E' una cosa che in Italia stenta a decollare, ma che in molte zone d'Europa è ormai una realtà. Si risparmia, si hanno prodotti di ottima qualità, biologici e di produttori della zona. Senza contare che si abbattono anche i costi di trasporti e si inquina meno! Ieri mangiavo una noce, e son rimasto disgustato quando ho scoperto che provenivano dalla Francia e venivano impacchettate a Salerno. Ma che spreco assurdo!!
    Mi auguro che il locale col tempo non si snaturi e che riesca a sfondare con la forza delle sue idee..

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari