Ci siamo innamorati di una parola: Pace



Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza
Promossa dall’associazione umanista “Mondo senza guerre”

E’ la prima Marcia Mondiale che percorrerà tutto il pianeta chiedendo la fine di tutte le guerre e lo smantellamento degli armamenti nucleari. Un'azione organizzata per la prima volta a livello mondiale con l'intento di riunire tutte le organizzazioni e le persone che ritengono il pacifismo e la nonviolenza la vera via di uscita dalla situazione attuale mondiale. È una denuncia e al tempo stesso un monito per i governi violenti che stanno portando l'umanità verso una strada senza uscita. È un'azione condotta per riscattare il meglio delle diverse culture e popoli della Terra e per far confluire le volontà di tutta la società civile per eliminare definitivamente la piaga sociale delle guerre. Per ottenere: la scomparsa delle armi nucleari, la riduzione progressiva e proporzionale degli armamenti, la firma di trattati di non aggressione tra i paesi; la rinuncia da parte dei governi ad utilizzare le guerre come soluzione dei conflitti. Per avanzare nell'umanizzazione del mondo.


La marcia avrà inizio in Nuova Zelanda il 2 Ottobre del 2009, anniversario della nascita di Gandhi (dichiarato dalle Nazioni Unite giorno Internazionale della Nonviolenza). Si concluderà sulla Cordigliera delle Ande (Parco di Punta de Vacas, Aconcagua) a inizi del 2010. Coprirà una distanza di 100.000 km via terra, con tratti per mare e per cielo. Una equipe di base permanente di 100 persone di diverse nazionalità farà il percorso completo. In concomitanza con il loro passaggio nelle città si realizzeranno festival, incontri, concerti, manifestazioni, forum, ecc..

La partecipazione alla Marcia Mondiale sarà aperta a tutte le persone, comitati, organizzazioni, istituzioni che siano in sintonia con il suo spirito. Si potrà partecipare in diverse forme: aggregandosi ad una delle attività previste nel suo percorso, promuovendo nuove iniziative, partecipando virtualmente a un sito web. La nostra aspirazione è che siano migliaia, anzi milioni, le persone che parteciperanno da tutti i continenti.

Su Facebook

Commenti

Post più popolari