Scuola, scontri in piazza Navona



I provocatori e la Polizia di Stato
Ieri in Piazza Navona c'era un camion lasciato passare dalla Polizia.
Nel camion c'erano caschi, mazze, forse tirapugni e una ventina di provocatori. Provocatori, non studenti.



I provocatori hanno picchiato gli studenti sotto gli occhi della Polizia.
Uno dei provocatori, come si può vedere dal video, è in rapporti affettuosi, di grande simpatia con la Polizia, come se fosse un collega.
La piazza era gremita. Un camion con mazze e teppisti poteva essere lì solo in due casi: perchè la Polizia lo ha consentito su ordine di qualcuno, perchè la Polizia non governava la piazza.

Maroni, il ministro degli Interni, che prende istruzioni dettagliate, un portaordini dello psiconano, dovrebbe spiegarci cosa è successo e dopo dimettersi.
La politica è fallita. Il cittadino può solo dialogare con il poliziotto in tenuta anti sommossa.
Se non basta la Polizia, allora arrivano gli infiltrati, così i giornali e le televisioni di regime possono gridare agli "scontri tra studenti".
Giornalisti, non vi vergognate? Le vostre parole sono peggio delle mazze tricolori degli squadristi di Piazza Navona.

Ps: Qualcuno riesce a identificare la persona nel cerchio rosso del video? Lasci un commento.
Blog di Beppe Grillo


Cossiga docet?
Piovono rane di Alessandro Gilioli (blogautore.espresso.repubblica.it)
Questo video non è una prova, d’accordo, ma qualcosa di strano nel tizio che prima è armato di bastone come gli altri poi chiacchiera amabilmente con i poliziotti e si attacca al telefonino, beh qualcosa di strano c’è.

(Il video è tratto da Yotube e non so chi l’abbia girato e montato. Lo riprendo quindi come semplice contributo che circola in Rete).

Commenti

  1. A quanto sembra Cossiga consiglia e qualcuno esegue... Ma dobbiamo ammettere che a Piazza Navona, purtroppo, si sono visti fascisti neri e fascisti rossi farsi la guerra tra loro. E poco importa che i fascisti rossi (per fortuna una minoranza all'interno degli studenti di sinistra!) si definiscano "antifascisti": il desiderio di violenza, l'odio identitario e la voglia di "pulizia etnica" appartengono al fascismo, non all'antifascismo.
    http://noirpink.blogspot.com/2008/10/piazza-navona-fascisti-neri-contro.html

    RispondiElimina
  2. Io ho semplicemente visto provocatori e infiltrati in entrambi gli schieramenti, spetta al parlamento far luce su chi sono i mandanti di questa strumentalizzazione della protesta studentesca.

    RispondiElimina
  3. Io ho semplicemente visto provocatori e infiltrati in entrambi gli schieramenti, spetta al parlamento far luce su chi sono i mandanti di questa strumentalizzazione della protesta studentesca.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari