19 GENNAIO 2008 Tutti a Roma sotto il TAR!


19 GENNAIO 2008

Tutti a Roma sotto la sede del TAR del Lazio in Via Nicosia 20
Nel 2004 durante la passata legislatura a Pino Masciari gli venne revocato dalla Commissione Centrale Ex art,10 L.82/91 del Ministero dell'Interno, il programma di protezione. Motivazione: "i processi erano finiti".

Chi ci segue sa che così non è, che i processi ci sono eccome: alcuni sono definiti con sentenza di condanna, altri per prescrizione, altri sono in corso nei rispettivi gradi di giudizio.Ma certamente la motivazione del 2004 era inesatta.

E pure fosse esatta, il pericolo di vita non si esaurisce.

Per fortuna l'istinto di conservazione di Pino, il suo sconfinato amore per la famiglia, lo hanno salvato: da solo, osando affrontare le Istituzioni che lo estromettevano, le stesse che oggi devono tutelarlo, Pino ricorre al TAR per far valere i suoi diritti di cittadino che si è affidato totalmente allo STATO consegnandogli la vita della sua famiglia.

L'effetto immediato è la sospensione di quella decisione, fino a quando il Tribunale Amministrativo non decide le sorti di vita di Pino e della sua famiglia.

Così Pino fino ad allora resta nelle more nel programma di protezione.

Solo che nei casi come quelli di Pino il TAR dalla presentazione alla sentenza dovrebbe pronunciarsi entro 6 mesi: ne sono passati 36 di mesi, 3 anni!

E allora visto che di parole ce ne sono a palate si va a Roma a fare i testimoni d'ingiustizia: quella che permea l'esistenza di Pino e che non sopportiamo più.

Ci muoveremo da Catanzaro, Torino, Napoli, dal nord e dal sud. Seguiamo veramente le vicende di Pino vivendole.

Per ogni informazione partecipate al forum e seguite, scrivete, proponete. Insieme troviamo una soluzione a tutti gli ostacoli che si potranno incontrare. Insieme.

Commenti

Post più popolari