PROPOSTA INDECENTE

Anche oggi dobbiamo decidere dove andare a morire.
E’ tempo di “proposte indecenti”.
E’ una proposta sindacale per metalmeccanici e impiegati (FIOM).
I lavoratori hanno chiesto un adeguamento del salario/stipendio 117 € il minimo per poter far fronte alla cassaforte di casa …
“il frigo”.
Si deve mangiare. Nessuno campa senza.
La Federmeccanica, ha fatto la contro offerta.
In cambio dei 117 €, chiede l’inserimento del sistema di calcolo delle 40 ore di media su 4 mesi lavorativi.
Tradotto, una settimana fai 30 ore, l’altra, ne fai 50, a piacere del datore di lavoro.
Per raggiungere le 50 ore devi lavorare anche il sabato, ore che non saranno retribuite come straordinarie!
Precisiamo che il 117 € sono per il 5° livello a scalare fino a 100 € per i livelli più bassi … naturalmente sono lordi, cioè SPORCHI, non effettivi!
E’ quindi?
E quindi, se accettati i 117 € (lordi), prendi anche il pacco famiglia, cioè dimenticati gli straordinari, anzi la voce straordinario è proprio debellata.
Peccato! Gli straordinari davano una mano con la cassaforte.
Si scenderà in piazza, domani.
I lavoratori vogliono l’aumento e basta. Non gradiscono altro!
Ma non è finita.
Capita anche, che dopo un infortunio, (una costola rotta) al rientro della convalescenza, scopri di essere stato definitivamente rimpiazzato.
Senza preavviso o motivazione sei senza lavoro!
Poi arriva la busta, la retribuzione del tuo doloroso infortunio.
Sorpresa.
25 giorni di infortunio sono corrisposti a 969.000 €, pero è un’indennità media al 60%.
A questo CIFRONE, si deve detrarre l’imposta sul reddito, l’addizionale regionale, imposta comunale.
Sono rimasti 622.000 € ... risultano 25 € a giorno lavorativo.
Però si mangia ogni giorno, quindi, questo mese, una famiglia dovrà vivere con 20 € al giorno …
Non saranno troppi?
L’evoluzione è rapida … complimenti sceriffo di Nottingham!

http://www.fiom.cgil.it/
http://www.fiom.cgil.it/ccnl/industria/2007/c_141107.htm

Sabina Barca

Commenti

Post più popolari