Georgofili, una via, una strage

Saverio Tommasi ha scritto e interpretato Georgofili, una via, una strage spettacolo di teatro civile di parola e narrazione.
Per la strage di via dei Georgofili, "il più grave atto bellico a Firenze dalla fine della seconda guerra mondiale", è stato condannato il gotha di Cosa Nostra ma siamo ancora in attesa che le indagini proseguano sui cosiddetti mandanti a volto coperto, insospettabili di cui parlano anche le sentenze ma di cui fino a oggi non abbiamo elementi certi: Saverio Tommasi, con il suo spettacolo, analizza gli scenari e le ipotesi emerse nel tempo.

Il testo ricostruisce, in maniera dettagliata, i momenti della strage ma anche il suo contesto: le altre stragi '92-'93: Falcone e Borsellino, gli attentati a Milano e Roma.

Lo spettacolo è andato in scena con la supervisione dell'Associazione Tra i Familiari delle Vittime della Strage di Via dei Georgofili.

Le immagini si riferiscono alla serata del 19 maggio 2007 presso la Romola (FI), luogo d'origine della famiglia Nencioni, che insieme a Dario Capolicchio perse la vita nell'attentato.

Lo spettacolo qui presentato è in forma di studio (lettura teatralizzata).


Lo spettacolo ha però raggiunto una forma di completezza ed è ora rappresentabile in una nuova veste e forma totalmente a memoria.
"Memoria" deriva da una radice sanscrita, e significa "pensare". "Georgofili, una via, una strage" è un modo per far conoscere alle nuove generazioni un tragico pezzo della vita di questo Paese, ma anche un modo perché ciò che è stato mai più accada.

Saverio Tommasi
Per vedere il filmato clicca qui!




Per informazioni: info@saveriotommasi.it
AIUTACI A ORGANIZZARE QUESTO SPETTACOLO NELLA TUA CITTà! - info

Commenti

Post più popolari