Genova G8 - Infiltrati e black bloc

Questo video non è un atto d'accusa generalizzato alle forze dell'ordine che sono composte in gran parte da persone oneste che rischiano la vita per 1200 euro al mese.
Questo video è fatto con l'intenzione di cercare di capire perché nel luglio 2001 a Genova si è verificata, come ha dichiarato Amnesty International, "la più grande sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dalla fine della Seconda Guerra Mondiale".
I numeri descrivono uno scenario di guerra.i pestaggi indiscriminati nelle strade, i massacri della Diaz e Bolzaneto: 6200 candelotti di lacrimogeni sparati dalle forze dell'ordine 20 colpi di pistola 250 persone arrestate 1200 feriti di cui 273 tra le forze dell'ordinee 1 morto. 50 miliardi di danni subiti dalla città di Genova, devastata.
Auto incendiate, vetrine frantumate... spesso i sacrifici di un'intera vita di cittadini onesti e innocenti. Perché?
Ci sono 2 informative del SISDE, del 19 e 20 luglio 2001, che parlano dei piani dei Black bloc del G8 di Genova:riuniursi in piazza Da Novi, armarsi e partire da lì per creare disordini. Perché NESSUN Black bloc-vandalo è stato fermato?


Commenti

Post più popolari