Sul decreto legge sull'editoria Gentiloni annuncia una retromarcia del Governo

Dopo l’ondata di proteste che in rete sono immediatamente partite alla volta del Governo, reo di aver approvato in Consiglio dei Ministri e inviato alle camere un decreto legge che minacciava la libertà di espressione della rete, arriva la risposta del Ministro delle Comunicazioni.

“Va bene applicare anche ai giornali on line le norme in vigore per i giornali, ma sarebbe un grave errore estenderle a siti e blog.”, afferma Gentiloni sul suo blog. “Il testo del decreto legge è troppo vago sul punto e autorizza interpretazioni estensive che alla fine potrebbero limitare l’attività di molti siti e blog.
Meglio, molto meglio lasciare le regole attuali che in fondo su questo punto hanno funzionato.”

Una assunzione di responsabilità “per non aver controllato personalmente e parola per parola il testo” ed una retromarcia completa su questo decreto legge, rappresentano una piccola vittoria da parte della rete e della blogosfera italiana: ora speriamo che minaccie verso la neutralità della rete come quella che arriva da Vodafone, vengano combattute e sconfitte come in questo caso.


Commenti

Post più popolari