Attendiamo ancora la verità sulla morte di Mauro Rostagno

Sono passati ben 19 anni dalla morte di Mauro Rostagno e ai cittadini di questa Repubblica è stato finora negato il diritto di conoscere la verità su quell'omicidio. Le indagini condotte dagli inquirenti non hanno prodotto alcun risultato. Né si notano attività investigative che fanno sperare nel prossimo futuro. La sensazione è che non sia stato fatto ciò che si poteva e si doveva fare. In questi lunghi anni le attività investigative sono state caratterizzate, per una certa fase, da errori, omissioni ed anche depistaggi; per concludersi con una sostanziale inattività.
I cittadini non sono in grado di determinare quanti e quali di questi comportamenti siano da addebitare a complicazioni oggettive, a scelte precise, a errori o ad incompetenza; ma avvertono che tutto ciò è gradito ai poteri occulti politico-mafiosi locali e nazionali. Quei poteri che hanno scelto di togliere di mezzo Mauro Rostagno perché la sua attività dava fastidio.


In tutti questi anni si sono succedute le commemorazioni per Mauro e in ciascuna di queste occasioni una sola è stata la richiesta avanzata da tutte le componenti della società civile: fate qualcosa! Andate avanti con le indagini per scoprire sicari e mandanti, per svelare compiutamente le ragioni precise di questo atto infame!
E questo non solo per l'amore che nutriamo nei confronti della persona Mauro Rostagno, che pure basterebbe; ma principalmente per fare un passo avanti nella guerra contro l'orrida bestia mafiosa.
Quest'anno, proprio in occasione dell'anniversario della morte di Mauro, abbiamo registrato una novità. Nel corso di uno speciale giornalistico di un'emittente locale, il Procuratore Ingroia e il Capo della Squadra Mobile di Trapani Linares - persone che hanno dato sin qui prova di grandi capacità professionali e, dunque, particolarmente credibili -, hanno spiegato entro quale quadro investigativo loro pensano debbano essere svolte le indagini, esprimendo una sostanziale fiducia sulla possibilità di ottenere degli apprezzabili risultati.
In particolare il Capo della Squadra Mobile si è detto convinto che, nonostante il tempo trascorso, sarebbe possibile giungere alla verità sull'omicidio Rostagno, qualora fosse costituito un gruppo di validi investigatori, dotati delle necessarie risorse, a cui venga assegnato il compito di svolgere indagini specifiche.
Noi non sappiamo a chi compete una scelta come questa, né comprendiamo quali siano i risvolti organizzativi e burocratici di una scelta come questa. Abbiamo interpretato, però, queste parole come uno squarcio di luce e di fiducia in una vicenda, sinora, piena soltanto di oscurità.
Ci rivolgiamo a Voi, alte cariche della nostra Repubblica, a Voi che siete competenti per ruolo istituzionale, affinché queste parole vengano valutate attentamente e si faccia ciò che non è stato fatto sino ad oggi.
Ricordiamo che la stessa oscurità, gli stessi depistaggi, avevano avvolto l'omicidio di Peppino Impastato, e che anche grazie all'intervento della Commissione Parlamentare Antimafia e ad un clima generale più favorevole, si è potuti giungere ad una verità giudiziale che confermava la verità gridata dai compagni di Peppino sin dal primo momento dopo l'omicidio.
E' stato detto senza scanso di equivoci che basta un ordine della magistratura, l'impegno degli uomini politici e la richiesta della società civile.
Noi, società civile, intendiamo fare fino in fondo la nostra parte.
Oggi rivolgiamo questo appello alla politica e alla magistratura affinché si faccia uno sforzo per fare di più e meglio. Per ridare ai cittadini fiducia nelle istituzioni repubblicane.
Questa è la nostra volontà. Questo è il nostro sogno.

promotori:
Associazione CIAO MAURO
ARCI Circolo Agorà
Arciragazzi Ass. La Mongolfiera
Associazione Città Futura
CGIL
ASSOCIAZIONE DELLA STAMPA Trapani
BASKET TRAPANI
FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO Prov. Trapani
FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Prov. Trapani
LIBERA Associazioni nomi e numeri contro le mafie
MeetUp Amici di Beppe Grillo Trapani
Associazione SAMAN

firma la petizione on-line: http://www.petitiononline.com/permauro/petition.html

Commenti

Post più popolari